I prestiti bancari per pensionati rappresentano una categoria particolare di finanziamenti, rivolta a tutti gli ex lavoratori che godono di pensione e a cui necessita una determinata liquidità per far fronte a esigenze di vario tipo, inerenti all’acquisto di beni di consumo.

I prestiti bancari per pensionati possono adeguarsi al tipo di erogazione richiesta, favorendo importi sicuri e veloci, garantiti da un’opportuna documentazione inoltrata dallo stesso contraente in sede di stipula. I vantaggi dei prestiti bancari per pensionati possono essere maggiori se il soggetto è convenzionato con Inps, Inpdap, Ipost, Enasarco, Eppi o altri enti, per un ammortamento più calibrato e un accesso al credito facilitato.

Con i prestiti bancari per pensionati le rate vengono contate sull’ammontare della pensione al netto percepita dal contraente, detraendo le quote nella misura solitamente proporzionata a un terzo o a un quinto. Si tratta in definita di prestiti personali non finalizzati, che comportano il rimborso di interessi fissi, rivolti a quei soggetti che hanno età compresa tra i 72 e gli 80 anni.

I pensionati hanno spesso bisogno di ricorrere a prestiti bancari per far fronte a spese impreviste o per affrontare esigenze che non possono essere coperte con la pensione. In questo articolo, esploreremo le opzioni di prestito disponibili per i pensionati, lapossibile ammontare del prestito, il processo di richiesta e le banche convenzionate con l’INPS.

I prestiti bancari per pensionati sono prodotti finanziari pensati appositamente per coloro i quali, avendo raggiunto la fase della pensione, necessitano di un supporto economico per far fronte a spese diverse o per realizzare progetti personali.

Cosa sono i Prestiti Bancari per Pensionati

I prestiti per pensionati rappresentano una soluzione che consente a coloro che sono in pensione di ottenere un finanziamento, andando ad incidere su una parte della pensione mensile per il rimborso delle rate.

Due delle tipologie più comuni sono il prestito personale per pensionati e la cessione del quinto su pensione. Il prestito personale è un finanziamento non finalizzato: ciò significa che non è necessario specificare lo scopo del prestito al momento della richiesta. La cessione del quinto sulla pensione, invece, prevede che la rata di rimborso del prestito non superi mai un quinto dell’importo netto della pensione mensile.

Leggi anche  Finanziamenti Ikea

Come Richiedere un Prestito Bancario da Pensionato

Per richiedere un prestito bancario da pensionato, il processo è relativamente semplice. Di seguito, i passi che generalmente vanno seguiti:

  1. Valutazione della propria capacità economica: Prima di richiedere un prestito, è necessario valutare la propria capacità di rimborso. Questo significa considerare le proprie spese mensili e determinare quanto si può permettere di pagare come rata del prestito.
  2. Scelta del prestito: Dopo aver valutato la propria capacità economica, si può procedere con la scelta del tipo di prestito. Come accennato in precedenza, le tipologie più comuni sono il prestito personale e la cessione del quinto.
  3. Richiesta del prestito: Una volta scelto il tipo di prestito, si può procedere con la richiesta, che può essere fatta presso la banca o l’istituto di credito, online o tramite telefono. Sarà necessario fornire alcuni documenti quali un documento d’identità, il codice fiscale, ed il cedolino della pensione più recente.
  4. Valutazione della banca: Dopo la presentazione della richiesta, la banca o l’istituto di credito effettuerà una valutazione. Se la richiesta viene accettata, verranno definite le condizioni del prestito e si procederà all’erogazione del denaro.

È sempre consigliato consultare un consulente finanziario o un esperto prima di intraprendere qualsiasi impegno finanziario. Ad ogni modo, i prestiti bancari per pensionati possono costituire un valido supporto economico, purché gestiti con responsabilità e consapevolezza.

Quali sono i Prestiti per i Pensionati?

Ci sono due principali tipi di prestiti che i pensionati possono richiedere:

  1. Prestito personale: Questa tipologia di prestito non richiede una specifica garanzia ed è generalmente concessa in base alla capacità del pensionato di rimborso, determinata dal reddito pensionistico.
  2. Cessione del quinto: La cessione del quinto è un prestito che permette ai pensionati di ottenere credito fino ad un quinto dell’importo netto della loro pensione. Il rimborso avviene attraverso detrazioni mensili direttamente dalla pensione.
Leggi anche  Prestiti Barclays

Quanto può Chiedere di Prestito un Pensionato?

L’ammontare del prestito che un pensionato può richiedere dipende da vari fattori tra cui l’importo della pensione e l’età del pensionato. Per la cessione del quinto, l’importo massimo del prestito è determinato dal quinto dell’importo netto della pensione, mentre per i prestiti personali, il prestito massimo è generalmente determinato dalla capacità del pensionato di pagare le rate del prestito senza mettere a rischio il suo sostentamento.

Quali sono le Banche Convenzionate con l’INPS?

L’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) ha stipulato una serie di convenzioni con diverse banche e istituzioni finanziarie, che offrono condizioni vantaggiose per i prestiti ai pensionati. Tra queste si trovano Banca Intesa, Unicredit, Poste Italiane, e molte altre. Queste convenzioni permettono ai pensionati di ottenere prestiti a condizioni favorevoli, con tassi di interesse competitivi e con la sicurezza e la garanzia dell’INPS.

Esistono diverse opzioni di prestito per i pensionati, ciascuna con le proprie caratteristiche. È importante fare una ricerca accurata e consultare un consulente finanziario per valutare la migliore opzione di prestito in base alle singole esigenze e condizioni.

Cessione del quinto per pensionati

La cessione del quinto è una modalità di prestito particolarmente diffusa in Italia, rivolta sia ai lavoratori dipendenti sia ai pensionati. Questo tipo di finanziamento permette di ottenere una somma di denaro restituendola attraverso una trattenuta diretta sulla pensione (o sullo stipendio, nel caso dei lavoratori). Ecco una panoramica dettagliata su come funziona la cessione del quinto per i pensionati.

Cos’è la Cessione del Quinto?

La cessione del quinto è un prestito garantito dallo stipendio o dalla pensione del richiedente. Nel caso dei pensionati, il prestito viene rimborsato attraverso una trattenuta mensile direttamente sul cedolino della pensione. Come suggerisce il nome, la rata di rimborso non può superare il “quinto” dell’importo netto della pensione, ovvero il 20%.

Leggi anche  Prestiti BPM

Come Funziona?

  • Importo e Durata: L’importo massimo che si può ottenere e la durata del prestito dipendono dal tipo di pensione percepita e dall’età del pensionato, ma la rata mensile non può in ogni caso eccedere il 20% della pensione netta. La durata può variare, ma solitamente i contratti hanno una durata che va dai 5 ai 10 anni.
  • Tasso di Interesse: Il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del finanziamento. Le condizioni sono spesso più favorevoli rispetto ad altri tipi di prestiti personali, grazie alla sicurezza offerta dalla trattenuta diretta sulla pensione.
  • Assicurazione: Di solito, la cessione del quinto prevede una polizza assicurativa che copre il rischio di morte o invalidità. Questa garantisce che, in caso di eventi avversi, il debito non ricada sugli eredi ma venga estinto dall’assicurazione.

Come Richiederlo?

  1. Documentazione Necessaria: Per richiedere una cessione del quinto, il pensionato dovrà fornire documenti di identità, il codice fiscale e l’ultimo cedolino della pensione. In alcuni casi, potrebbero essere richiesti ulteriori documenti.
  2. Valutazione della Banca: Una volta presentata la domanda, la banca o l’istituto di credito valuterà la capacità di rimborso del pensionato, basandosi principalmente sull’importo della pensione e su eventuali altre trattenute già in atto.
  3. Approvazione e Erogazione: Se la domanda viene approvata, il contratto verrà stipulato e la somma concordata verrà erogata. Da quel momento, inizierà la trattenuta mensile diretta sulla pensione fino all’estinzione del debito.

La cessione del quinto è un’opzione molto apprezzata dai pensionati grazie alla sua semplicità e trasparenza. La rata fissa e la trattenuta diretta rendono la gestione del rimborso molto semplice e priva di sorprese. Tuttavia, è sempre importante valutare attentamente le proprie esigenze e la propria capacità di rimborso prima di sottoscrivere qualsiasi tipo di finanziamento.

Altri prodotti che potrebbero interessari