prestiti 240 mesi

Prestiti con durata 240 mesi

I prestiti 240 mesi sono strutturati per lavoratori dipendenti e pensionati come ad esempio i prestiti Inpdap che permettono di ricevere somme elevate con procedure rapide e "indolori" senza bisogno cioè di alcuna motivazione.

L'erogazione degli importi? Molto veloce se sei un dipendente pubblico. Con altri tipi di prestiti se lavori in una grande/media azienda puoi avere dall'ente erogatore (una banca, un istituto o una società) tanto anche in sole 24 ore.

Il rimborso è però in queste pagine l'argomento che ci interessa: esso avviene grazie alla trattenuta diretta sulla busta paga chiamata cessione del quinto dello stipendio, soluzione che potete vedere anche regolamentata a norma di legge (la Legge 180/50, per la precisione).
Sia lavoratori privati che pubblici possono accedere a questo tipo di soluzione per ridare i soldi avuti in prestito. La rata è quindi una somma pari al un quinto dello stipendio netto e non supera questa cifra tetto.

Alla cessione del quinto possono essere integrate anche due polizze assicurative come la polizza rischio vita e quella rischio impiego che sono chiamate in causa se si affrontano eventuali problemi nel corso del rimborso, come la morte o la perdita involontaria del lavoro e vanno a coprire la rata mensile.

Prestiti personali agevolati

In particolare, bisogna dire che l'Inpdap non attua un recupero della somma ancora da rimborsare, se malaguratamente nel corso del debito avviene il decesso del soggetto coinvolto nella restituzione, oppure si viene colpiti da un'invalidità grave e permanente.

Le modalità di presentazione delle domande nei prestiti sono in generale molto semplici.
L'importo massimo che può venire richiesto è variabile secondo la durata che si vuole fare per il rimborso. I piccoli prestiti dell'Inpdap possono ad esempio venire rimborsati entro 12, 24 o 36 mesi.

Ma come si arriva poi ai prestiti 240 mesi?
Il vantaggio legato ad esempio a questi prestiti è l'opportunità di rinnovare la durata, ovvero dilatarli nel tempo.
Perché? In questo modo si paga una rata mensile più bassa. Il rinnovo è sempre possibile, a condizione che siano trascorsi dei periodi minimi.

Prestiti fino a 240 mesi

Alcune società finanziaria propongono dei prestiti personali interessanti con durata fino a 240 mesi (ovvero a 20 anni) ed importi fino da 30.000 euro fino a 60.000 euro.

Cosa non si deve dimenticare nei prestiti 240 mesi, è che il tasso di interesse applicato rimane fisso durante tutto il lasso di tempo o periodo di restituzione, in modo da poter organizzare senza problemi le entrate e affrontare con serenità tutte le altre spese.