prestiti Inpdap e tabelle

Le tabelle del piccolo prestito inpdap

Se sei un dipendente statale, oppure un pensionato iscritto all' ente, ecco finalmente una serie di i prestiti Inpdap che ti riconcilieranno con il mondo. Come capire se sei idoneo?

Guarda nei prestiti Inpdap e nelle sue tabelle sul sito: esse contenegono e mostrano sinotticamente i tassi di interesse Inpdap per calcolare le rate del tuo rimborso.
Cosa devi fare per avere il tuo piccolo prestito? Basta una domanda da compilare grazie al modello predefinito che è attualmente scaricabile sul sito dell'Inpdap online.

Per capire quale prestito tra le tre tipologie presenti, ovvero piccolo prestito Inpdap, prestito pluriennale diretto e prestito pluriennale garantito fa per te , è bene cercare e informarsi sulle tabelle prestiti Inpdap, sempre online. Scoprirete in un semplice click i vantaggi diretti della richiesta di finanziamento che ci sono all'interno dei prestiti Inpdap 2011.

Nelle tabelle si capisce anche cosa dovrai allegare come documenti oltre la domanda di richiesta prestito, ma per brevità e comodità te lo accenniamo anche noi.

Tabelle tassi: prestiti INPDAP

Non hai bisogno di allegarenull'altro che la carta di identità, il codice fiscale, l'ultima busta paga e il CUD 2011 nel caso di richiesta per il piccolo prestito Inpdap, mentre invece nel caso del prestito pluriennale diretto e del prestito pluriennale garantito il gioco diventa leggermente più complesso (ma non troppo).

Negli ultimi due casi va infatti allegata un'altra documentazione personale. Se lavori come dipendente va allegato al formulario compilato un certificato medico di sana e robusta costituzione fisica, rilasciato 45 giorni precedentemente alla data di presentazione della domanda. Inoltre devi inoltrare anche la documentazione di spesa.

Per il rimborso? L'importo della rata non supera lo stipendio o la pensione netta, e prende solo fino alla concessione del quinto. I prestiti Inpdap e le sue tabelle vi mostreranno in consultazione tutto, specialmente i tassi di interesse, le spese di amministrazione che ammontano allo 0, 50% in tutti i casi e i premi fondo rischi con le diversificazioni in base all'età se sei pensionato.

Prestiti inpdap

Ad esempio, per i prestiti della durata di cinque anni, i premi fondo rischi sono dell'1,50%.

Se richiederai un prestito personale Inpdap a dieci anni, i premi fondi rischi è invece del 3%. I tassi sono davvero interessanti anche perché rimangono fissi per tutta la durata del finanziamento ottenuto.


Se accedi ora ai prestiti Inpdap e alle tabelle che trovi online o che sono disponibili nelle sedi regionali dell'Ente, avrai un quadro esaustivo ed esauriente di come inoltrare la richiesta di prestito in maniera più corretta. Inoltre troverai che i tassi funzionano in modo scalare: più lungo è il periodo, minori sono loro!