Prestiti autonomi segnalati

Prestiti commercianti segnalati

Le possibilità di chiedere e ottenere prestiti per i lavoratori autonomi, artigiani, commerciani o consulenti, segnalati nelle blacklist delle banche esistono, anche se la procedura diviene più lunga e complessa a causa della richiesta di garanzie aggiuntive.

Per soggetti segnalati si intendono tutti coloro che, per qualsiasi motivo, fosse anche una semplice dimenticanza, abbiano mancato o ritardato il pagamento di un debito o di una rata, indipendentemente dall'importo.

Poiché la Banca d'Italia tiene traccia dei nominativi segnalati, questo influisce su ogni ulteriore richiesta di prestito o finanziamento, soprattutto nel caso dei lavoratori autonomi, che non possiedono un reddito fisso né una busta paga da esibire a tutela dell'osservanza delle rate.

Prestiti a professionisti protestati

Per consentire ai lavoratori autonomi segnalati di ottenere un prestito, in genere vengono applicate alcune precauzioni aggiuntive, quali un mutuo ipotecario, o la firma di un terzo garante che percepisca un reddito adeguato.

Inoltre, un lavoratore autonomo con problemi di inaffidabilità finanziaria può anche ottenere un prestito esibendo una polizza vita riscattabile e in corso da almeno due anni, o dimostrare una seconda fonte di reddito.

La polizza vita consente anche l'ottenimento di un prestito cambializzato, rimborsabile quindi attraverso cambiali a scadenza mensile, che rappresentano un'ulteriore garanzia contro un'eventuale insolvenza.

Prestiti ad artiginali segnalati

Istituti di credito e società finanziarie invitano sempre i richiedenti segnalati a regolarizzare rapidamente la propria posizione, e talvolta è la società finanziaria stessa ad occuparsi delle pratiche di cancellazione dalle blacklist, una procedura che comunque non è mai breve, e potrebbe protrarsi anche per oltre un anno.

In ogni caso, il preventivo online rappresenta sempre una risorsa significativa per i prestiti richiesti dagli autonomi segnalati, in quanto offre la possibilità di chiedere informazioni non vincolanti, e di consultare diverse soluzioni alternative fino a trovare la più vantaggiosa.