Prestiti autonomi

Prestiti autonomi protestati

Vi sono spesso alcune difficoltà nel richiedere e nell'ottenere prestiti per i lavoratori autonomi, in quanto, considerando l'assenza di busta paga, potrebbero esservi dei dubbi sulla solvibilità dei richiedenti.

Naturalmente, quando l'attività autonoma dimostra un'esistenza da lunga data e una situazione economica positiva, la procedura di erogazione avviene in maniera abbastanza rapida e semplice.

Qualora vi fossero problemi, è invece preferibile rivolgersi alle società finanziarie specializzate in questo genere di servizi, oltre a fornire eventualmente la firma di un garante. Indicativamente, i prestiti per gli autonomi, che siano artigiani, commercianti, consulenti, vengono erogati fino ad un'età di 65 anni, e di solito la cifra massima non supera i 30mila euro.

Prestiti personali per lavoratori autonimi

E' necessario dimostrare il reddito tramite la dichiarazione annuale, e vengono comunque effettuate alcune ricerche per certificare l'assenza di protesti e debiti, una condizione che, al contrario, si riscontra spesso. In questo caso, oltre a richiedere garanzie aggiuntive, viene elevato il tasso di interesse.

Nel caso prestiti per i lavoratori autonomi, occorre inoltre distinguere la natura del finanziamento richiesto: qualora fosse finalizzato all'azienda, quindi per ampliamento o acquisto di materiali, è necessario ricorrere ai tipici finanziamenti per le aziende, ma quando il prestito è di carattere personale, slegato dall'attività autonoma, la procedura è del tutto simile alla richiesta di un privato, con la dichiarazione dei redditi a sostituire la busta paga e la rata del prestito che non deve superare un terzo di tale reddito.

Prestiti a cattivi pagatori autonimi

L'assenza della busta paga è una delle cause di maggiore difficoltà nella richiesta di un prestito, in quanto non è possibile per la banca avere la certezza della solvibilità durante il piano di ammortamento.

Vengono comunque valutate la situazione economica dell'attività e la dichiarazione dei redditi, così da poter avere un'idea sulle possibilità del richiedente di osservare la scadenza delle rate e, se l'esito è positivo, non vi son difficoltà nell'erogare un prestito ai lavoratori autonomi.